Selenium: che cos’è un webdriver

di Lorenzo Neri
154 visualizzazioni

Selenium: che cos’è un webdriver? Ti stai chiedendo che cos’è un webdriver all’interno di Selenium? Puoi scoprirlo in questo articolo.

All’interno del mondo del web scraping, sicuramente ti sarà capitato più volte di sentir parlare di Selenium: altrimenti non saresti nemmeno qui a leggermi 😉

Selenium offre veramente tanti strumenti al suo interno e, fra questi, anzi, fra i principali, c’è senza dubbio il webdriver.

Possiamo quasi azzardarci a dire che senza di esso non ci sarebbe niente.

Ma prima di introdurti a capire che cos’è un web driver all’interno di Selenium, permettimi di presentarmi.

Ciao mi chiamo Lorenzo Neri e sono un informaticorealizzo contenuti per aiutare le persone a padroneggiare l’arte del nuovo millennio, ovvero l’informatica!

All’interno di questo blog puoi trovare tanti articoli inerenti a questo mondo, ma per essere più precisi sono frutti di problemi risolti.

Nel corso della mia carriera ho avuto modo di interfacciarmi con diversi problemi legati all’informatica, ad un certo punto mi sono detto: “perché non scrivere degli articoli così che possa essere di aiuto ad altre persone?”

Ciò detto, vediamo assieme all’interno di Selenium che cos’è un webdriver.

Che cos’è un webdriver

Prima di parlare di webdriver, è necessario capire a tutti gli effetti una parte del funzionamento di Selenium.

Devi sapere che Selenium, affinché possa permetterti di praticare l’arte del web scraping, oltre che dell’automatizzazione di procedure effettuate tramite browser web, deve iniettare delle direttive.

Direttive che, non sono nient’altro che il tuo stesso codice.

Quando scrivi del codice atto ad eseguire delle procedure automatizzate all’interno di un browser web, oppure del semplice web scraping di cui ho parlato in diversi articoli, questo deve essere iniettato all’interno del browser web.

Selenium, per non perderci in dettagli troppo tecnichesi fa esattamente questo: prende il tuo codice e attraverso delle librerie Javascript lo inietta nel browser web in cui stai eseguendo il codice dando vita a tutti gli effetti a un driver.

Da qui, il nome di webdriver: un webdriver è a tutti gli effetti un driver che Selenium si occupa di aggiungere al browser web in questione affinché tu possa usare il tuo codice e dare vita a quella serie di automatismi/processi di scraping che vuoi realizzare.

Selenium e driver: ti offro una prospettiva differente, quella del telecomando

Possiamo fare un esempio molto terra-terra a riguardo.

Una volta capito che cos’è un webdriver è giusto chiedersi come funziona, no?

Ecco, un webdriver te lo devi immaginare come un telecomando per capire come funziona.

Se seguiamo le linee guida di Mozilla, il webdriver non è nient’altro che un telecomando un po’ strano.

È un telecomando che ti permette di interfacciare il tuo codice al comportamento che avrebbe un umano di fronte al sito web visualizzato nel browser.

Per intenderci, quando nel tuo codice scrivi delle righe in cui esegui il click su un bottone rosso presente su una pagina, ecco!

Il webdriver si occupa di tramutare quella linea di codice in azione vera e propria, il click in questo caso.

Dettaglio importante a riguardo di Selenium, è il discorso legato alla same origin policy di cui non posso non lasciarti i dettagli qui.

Continua a scoprire di più con questi articoli!

Lascia un commento

Questo sito potrebbe fare uso di cookie e siccome l'UE mi obbliga a fartelo presente, eccoti il classico banner dove puoi decidere come gestirli. Accetta Leggi di più