Che cos’è pip e come funziona

di Lorenzo Neri
237 visualizzazioni

Che cos’è pip e come funziona? Si tratta di una sigla che avrai sicuramente già visto se usi Python e in questo articolo ne parlerò al 100%!

In Python se si tratta di usare pacchetti o che dir si voglia anche in inglese package, avrai sicuramente avuto a che fare con la sigla di tre caratteri, nota come “pip“.

Perciò, partiamo dal punto numero uno di questo articolo.

Ciao mi chiamo Lorenzo Neri e sono un informatico: realizzo contenuti per aiutare le persone a padroneggiare l’arte del nuovo millennio, ovvero l’informatica!

Che cos’è pip

Pip è un acronimo, ma questa volta tutt’altro che tecnichese.

Il suo significato racchiude “Package installer for Python” e di fatto questo è.

La sua utilità principale è quella di installare pacchetti Python all’interno della tua macchina così da poterli usare per i tuoi progetti.

La domanda principale che potresti farti è questa:

“Lorenzo ma devo installarlo?”

La risposta è no!

Se ti sei chiesto almeno una volta nella vita come si installa pip beh… Non si deve “installare”.

Ho usato le virgolette perché pip viene già incluso nell’installazione di Python quando lo installi sulla tua macchina e questo, indipendentemente dal sistema operativo.

Cosa include pip

Affinché pip funzioni nel suo splendore, include diversi strumenti essenziali.

In parole molto povere, include al suo interno diverse feature per trovare, scaricare e installare i package Python di cui hai bisogno.

Questo, sia da PyPI, sia da altri Python package indexes, ma non solo: permette ovviamente di funzionare su tanti workflow di sviluppo, per esempio tramite la classicissima CLI.

Chiarito questo, ho nominato PyPI: andiamo a rispondere alla seconda domanda di questo articolo.

Pip: come funziona

Abbiamo che pip nient’altro è che un sistema di gestione e installazione di pacchetti Python, ma come funziona veramente VERAMENTE?

Praticamente i pacchetti Python possono essere ufficiali, ovvero quelli forniti di base dal linguaggio di programmazione stesso, oppure sono messi a disposizione da parte di aziende o sviluppatori.

Piccola nota importante: rilasciare un package Python può essere un ottimo modo per migliorare il tuo profilo professionale e trovare lavoro nel mondo dell’informatica 😀

E aggiungo una piccola importante cosa!

Il consiglio di prima, vale anche per chi sta ancora studiando, ma cerca un lavoro o ambisce a trovarne uno in fretta 🙂

Torniamo a noi.

Dicevo che diversi pacchetti, sia ufficiali, sia rilasciati da terzi, nella maggior parte dei casi sono presenti su PyPI, di cui ti lascio la referenza qui: tramite il motore di ricerca interno di PyPI puoi trovare tantissimi pacchetti che possono tornare utili al tuo progetto!

Ma PyPI non è il solo punto dove trovare pacchetti, perché possono esistere anche dei Python Package Index privati e in tal caso, bisogna andarli a scoprire!

Continua a scoprire di più con questi articoli!

Lascia un commento

Questo sito potrebbe fare uso di cookie e siccome l'UE mi obbliga a fartelo presente, eccoti il classico banner dove puoi decidere come gestirli. Accetta Leggi di più